Home Recensioni Recensione Metal Detector Nokta IMPACT

Recensione Metal Detector Nokta IMPACT

SHARE

Introduzione al Nokta IMPACT e struttura

Il Nokta Impact è l’ultimo nato di casa Nokta.

Rispetto agli ultimi prodotti della serie Fors, la casa Turca, ha deciso un netto cambio di rotta dal punto di vista strutturale ed ha implementato diverse features ed impostazioni davvero interessanti.

L’IMPACT si presenta con una struttura solida e resistente, con un’impostazione ad asta dritta ed il display posto in cima all’impugnatura.

La novità più evidente è l’assenza di cavi esterni per il collegamento della piastra alla centralina; il cavo passa internamente regalando al detectorista una comodità davvero importante.

L’ultimo stem dell’asta è telescopico e permette una buona richiudibilità dello strumento.

I sistemi di bloccaggio e fissaggio sono precisi e di ottima qualità, come da tradizione Nokta.

Il poggia gomito è regolabile in modo semplice e veloce grazie a due “bulloni” e una guida lungo la quale farlo scorrere.

Il bilanciamento dei pesi è ancora una volta ottimo e trasmette una piacevole sensazione di spazzolata

La piastra in dotazione nella versione Standard è un 11” x 7” DD di buona robustezza, corredata dal suo salva piastra.

 

Ho scritto versione standard perché l’IMPACT è acquistabile in due versioni: la standard appunto e la Pro.

 

La prima comprende:

Piastra DD da 11″x7″ ( 28×18 cm) – Cuffie –  Salva piastra – Cavo USB – 4 batterie alcaline 1,5 AA

 

Nella seconda troviamo in aggiunta alla versione standard:

Piastra DD da 7,5″x4″ (19×10 cm) – Borsa di trasporto – Coperture di protezione (box e vano batterie) –  Cavalletto di sostegno – Asta inferiore extra – Batterie ricaricabili con carica batterie –  Carica batterie per auto.

 

 

Caratteristiche principali del Nokta IMPACT:

 

Frequenza operativa a 5 – 14 – 20 Khz

Sistema VLF, Induction Balance – di tipo Motion e No Motion

Possibilità di aggiornare il Firmware online

Possibilità di regolare la frequenza in caso di disturbi

12 Modalità di Ricerca: 2 No Motion, 2 All Metal, 8 in Discriminazione

Bilanciamento Manuale, semi automatico e totalmente automatico

Volume del ferro regolabile

Tone break impostabile

Regolazione della sensibilità da 1 a 99

Possibilità di discriminare da 1 a 99

Regolazione del volume e della tonalità audio

Notch

Vibrazione

Torcia led ad illuminare la zona della piastra

Piastra Ellittica 11’’x 7.0’’DD (28.5×17.8 cm) a tenuta stagna e Piastra DD da 7,5″x4″ (19×10 cm)

Alimentazione con 4 pile da 1,5 AA

Peso 1800 g, (incluse batterie e piastra 11”x7”) – ben bilanciati

 

 

 

Scorrendo le caratteristiche ci accorgiamo subito di diverse importanti caratteristiche ed innovazioni rispetto ad i precedenti metal detectors di casa Nokta

Il Nokta IMPACT è un multifrequenze non simultanee

Cioè abbiamo la possibilità di selezionare tra tre differenti frequenze, 5 – 14 – 20 Khz,  in base alle nostre esigenze per una ricerca ancora più mirata

 

Per il bilanciamento avremo la possibilità di scegliere se effettuarlo in modo semi-automatico, se intervenire manualmente o ancora se lasciare che la macchina provveda in modo totalmente autonomo e continuo attraverso l’auto-tracking.

Altra nuova caratteristica introdotta con Il Nokta Impact è la possibilità di effettuare ricerche sia in modalità Motion che in modalità NO Motion

Anche qui, un’ulteriore possibilità di affinare ed ampliare il panorama delle ricerche

Per ottenere poi una combinazione ancora più mirata l’IMPACT mette a disposizione dell’utilizzatore ben 12 modalità di ricerca differenti che, moltiplicate per le tre frequenze, fanno un totale di 36 modalità di ricerca!!!

 

Possiamo selezionare:

  • 2 modalità All Metal che sono la GEN e la GEN(D)
  • 2 modalità No Motion (Statiche) che sono la STA e la STA(D)
  • 8 modalità in discriminazione che sono DI2 – DI3 – DI4 – DI99 – COG – DEEP – VLX1 – VLX2

 

Le All Metal si differiscono tra loro perché la prima permette di discriminare mentre la seconda ha una risposta sonora ferrosa per i target più superficiali costituiti di questo metallo

 

Anche nelle modalità NO Motion troviamo la stessa differenziazione

Le varie modalità in discriminazione hanno, invece, impostazioni anche molto differenti tra loro e quindi comportamenti peculiari:

DI3 – è la modalità che definirei quasi “base”, nel senso che è dotata di buona recovery, stabilità ottima e discreta profondità. Opera a 3 toni

DI2 – raggiunge una maggiore profondità rispetto alla DI3, ma ha una stabilità leggermente inferiore. Opera a 2 toni

DI4 – è la modalità più profonda, dopo la Deep, ed è un pochino più nervosa, anche se lo si avverte più quando andiamo a selezionarla che non quando si spazzola. Nel momento in cui l’avviciniamo al terreno trova una maggiore stabilità. Opera a 4 toni

DI99 – è la modalità multitono vera e propria. Abbiamo una risposta con grunt ferroso per i target di questo metallo e un suono diverso e crescente per ogni ID a display

DEEP – è la modalità più profonda, ma richiede una spazzolata lenta ed opera a 2 toni

COG – è la modalità per i terreni più ostici per via di mineralizzazione, salinità ecc

VLX1 – è una modalità più tranquilla

VLX2 – ha una maggiore profondità rispetto alla VLX1

 

 

Ma le possibilità di affinare le nostre ricerche non si esauriscono alle frequenze selezionabili ed alle modalità di ricerca perché abbiamo tanti altri parametri su cui poter intervenire e affinare il tutto :

 

GAIN – regolabile da 1 a 99 ci permette di aumentare la profondità di rilevazione del metal detector

THRESHOLD – rappresenta il volume di soglia regolabile nelle modalità GEN e GEN(D)

DISCRIMINAZIONE – ci permette di eliminare, in modo sequenziale, partendo da 1 gli ID che non vogliamo vengano rilevati

VOLUME DEL FERRO – attraverso questo parametro possiamo regolare l’intensità con cui vogliamo far suonare i target ferrosi. E’ inoltre abbinabile alla funzione NOTCH che vedremo dopo

TRACKING – da qui possiamo attivare il bilanciamento automatico e continuo del Nokta IMPACT

LUMINOSITA’ – è la regolazione con cui impostare l’intensità della retroilluminazione del display che può essere fissa o solo quando si rileva un target o operiamo sul display

VIBRAZIONE – con questa funzione possiamo fare in modo che il metal detector risponda con una vibrazione nel momento in cui rileva un target

LIGHT – da qui possiamo attivare il led posto dietro al display che permette di illuminare la zona della piastra durante le ricerche notturne

CAMBIO DI FREQUENZA – ci permette una minima variazione della frequenza in uso per ovviare a disturbi esterni provocati da EMI o ad esempio altri metal detector

FD/SAVE – da qui possiamo salvare le nostre impostazioni preferite o tornare a quelle di fabbrica

NOTCH FILTER – ci permette di eliminare un ID o un intervallo di ID anche in modo non sequenziale

AUDIO TONE – è la regolazione dell’intensità della risposta audio che vogliamo dare

TONE BREAK – con questa regolazione possiamo cambiare il punto in cui l’IMPACT passa da una risposta audio di un tipo rispetto ad un’altra; ad esempio dal ferroso al tono medio o dal tono medio a quello alto

iSAT – attraverso l’aumento di questo parametro possiamo andare a contrastare in modo crescente i disturbi provocati dalla mineralizzazione dei terreni

FREQUENCY – ci permette di effettuare la selezione tra le tre frequenze disponibili, 5 – 14 – 20 KHZ

 

 

Una menzione a parte va fatta alla possibilità di aggiornare il Firmware del Nokta Impact attraverso gli upgrade che Nokta rilascerà direttamente sul proprio sito ufficiale

In questo modo l’Impact potrà ottenere delle ulteriori evoluzioni e migliorie nell’arco del tempo.

L’aggiornamento è semplicissimo da effettuare e basterà scaricare dal sito Nokta il software necessario per l’interfacciamento, collegare il metal detector al pc attraverso il cavetto USB in dotazione e caricare i vari upgrade.

Siamo certi che non mancheranno sostanziosi aggiornamenti considerando l’importanza e la cura che Nokta dedica alla sua clientela ed alle impressioni ed osservazioni che da loro arrivano.

 

Considerazioni finali

Come abbiamo potuto analizzare, il Nokta IMPACT, fornisce una serie davvero ampia di soluzioni per tutti i gusti, tutti i tipi di ricerca e situazioni.

Le tre frequenze hanno tra loro differenze non evidentissime, ma ben presenti.

La 5 Khz è particolarmente indicata per target di medio/grosse dimensioni ed è molto stabile, altrettanto stabile è la 14 Khz che ha un’ottima profondità e lavora bene anche sul piccolo, mentre la 20 Khz ha una lievissima minore stabilità, ma mantiene una buonissima profondità e una sensibilità sui target di piccolissime dimensioni davvero ragguardevole.

Trovando la giusta combinazione tra la scelta della frequenza e la modalità selezionata possiamo ottenere dal Nokta IMPACT un’efficacia di livello molto molto alto.

Tutte le altre funzioni ci permettono poi di affinare il tutto e di rendere la ricerca il più piacevole possibile rispetto ai gusti personali di ogni cercatore.

Non bisogna spaventarsi dal peso dichiarato perché il bilanciamento è stato studiato in maniera egregia e spazzolare con il Nokta Impact non comporta nessuno sforzo particolare, anzi, è estremamente piacevole.

La scelta dei comandi e l’impostazione dei vari menù è stata azzeccata in pieno perché è totalmente comoda e semplice da utilizzare. Districarsi tra tutta questa marea di opzioni è agevole ed intuitivo.

Insomma ci troviamo d fronte ad un metal di livello molto alto, adatto sia a chi non ha molta esperienza nel campo , sia a quelli più navigati che cercano un qualcosa in più da un metal detector.

 

Maggiori Informazioni:

Metal Detector Nokta Impact Standard Pack

Metal Detector Nokta Impact Pro Pack

SHARE